ANCHE LA COSTRUZIONE DI UNA PICCOLA BARCA RICHIEDE MANUALITA' E PREDISPOSIZIONE MENTALE

Sopra, alcune tipologie di piccoli barche ( 10 piedi e altro ) facili da costruire con poca spesa con il sistema cuci incolla, comodi, leggeri, trasportabili sul portabagagli di un auto, originali e adatti alla pesca, al divertimento e al campeggio nautico.

Lo star bene e' un miscuglio tra felicita' e serenita', questo dipende spesso da tante cose che a noi piace fare. Una di queste cose per me e' andare a vela, il distacco lento e naturale dalla terraferma gia' di per se e' un ottimo tranquillante. La natura, la sinfonia del mare e del vento, il gioco con le onde e con il vento, la competizione, il paesaggio e l'avventura. Amare il mare e‘ naturale, anche perche' e' una delle poche cose immutate fin dalla notte dei tempi.

Possedere una barca, anche piccola, fa sognare viaggi, avventure e amori sparsi su e giu' per il mondo. Le barche a vela, oltre ad essere una filosofia di vita, sono anche competizione, con cui i nostri avi si misuravano costruendole, per poi colonizzare il mondo, con storie umane fantastiche. Il nome ad una barca non si cambia: forse non e' solo una leggenda. Sicuramente per la maggior parte delle barche di oggi, costruite in serie, questo e' superfluo, ma le barche fatte su di un progetto o, a maggior ragione, autocostruite, il nome dato la rende viva.

La costruzione risulta veloce, comoda e precisa con il sistema delle mezze ordinate (disegni forniti in scala 1:1) Le parti in compensato da 3 - 4 mm sono sempre inferiori a 3.10 m di lunghezza per barche anche piu' lunghe di 10 m cosi' si evitano le fastidiose giunture del compensato. Dopo aver fasciato il mezzo scafo lo si ricopre con fogli di polietilene termoretrabile e si applica il gel coat quindi dopo qualche ora si stratifica il mezzo scafo (la stratificazione dei mezzi scafi e piu' comoda rispetto allo scafo intero) con spessori di stratificazione conformi alle norme RINA (la barca e' in vetroresina poliestere o epossidica). Dopo che la vtr si e' indurita si stacca facilmente il mezzo scafo in vtr (utilizzando le ordinate intere il distacco e' piu' complicato a secondo le forme dello scafo). I vantaggi sono che si risparmia sul costo del compensato, ma soprattutto se si tratta di catamarano si ottengono due mezzi scafi con lo stesso "stampo" e poi che si riutilizza tutto il fasciame ritagliato per ricoprire a specchio l'altro mezzo scafo, ottenendo altre due mezze stampate, altro vantaggio e' che gli interni sono gia' rifiniti col bianco o altro colore in gel coat.

In pratica si incollano con puntine da disegno i disegni dello sviluppo del fasciame trasversale, si ritagliano le parti in compensato, e con una spillatrice si fissano le 20 o piu' parti alle 21 mezze ordinate (allineate su un piano con due longheroni, nella figura in verde). Il compensato di mogano o altro da 3 - 4 mm e' abbastanza flessibile adagiandosi bene alle forme curve dello scafo, e le 20 o piu' parti che compongono il fasciame della barca assicurano anche un buon avviamento longitudinale dello scafo, anche perche' le successive stratificazioni dell'esterno del mezzo scafo con fibra di vetro e resina epossidica e poi il lavoro di rifinitura se fatto bene assicurano un ottimo risultato finale.

Hobby- Costruire barche

Per coloro che sono appassionati di mare e imbarcazioni, riuscire a creare, solo con le proprie forze un mezzo in grado di solcare le acque in maniera efficiente, e poter così apprezzare da vicino la bellezza della natura è una sensazione meravigliosa. Questo perché con tale gesto ci si confronta con le proprie capacità e si cerca di trovare una soluzione di trasporto intelligente, pratica e funzionale.

Anche per quelli che di mare se ne intendono da poco, questo hobby può rivelarsi davvero utile, per capire meglio come funziona il movimento dei flutti, quali siano le conseguenze di determinate scelte di forma, struttura, composizione e materiale, per apprendere in che modo mutino le condizioni meteorologiche, imparando in un certo senso ad essere maggiormente accorti e ricettivi nei confronti dei cambiamenti e degli imprevisti. Costruire barche è un'attività manuale divertente e interessante che richiede una buona dose di ingegno e creatività, e in cui la versatilità riveste un ruolo fondamentale.

Bisogna ricordarsi di seguire uno schema definito, dettagliato e puntuale per non lasciare nulla al caso, ma al tempo stesso si deve imparare a rispondere prontamente a qualsiasi cambio di percorso. Alla prima fase di progettazione e individuazione degli elementi chiave che andranno a formare e abbellire l'imbarcazione, segue semrpre quella di recupero del materiale necessario ed elaborazione del progetto fatto su carta. Ogni componente della struttura deve essere scelta in modo accurato e preciso, tale da incastrarsi perfettamente con tutti gli altri pezzi dell'intero supporto. Di certo è un passatempo che richiede tanto tempo e pazienza, però è capace di regalare emozioni uniche ed intense, così come dona a chi ci si è messo di impegno un grande livello di soddisfazione e gratificazione.

Vedere la barca assumere forma concreta dinanzi ai proprio occhi è uno dei momenti più magici e appaganti di questo passatempo. Invece di sprecare del tempo su http://www.camplace.com, a poco a poco si incomincia a realizzare qualcosa di unico nel suo genere, frutto delle vostre abilità, impegno e dedizione. Il mare è in grado di sedurre il cuore di molti e rimanere nella testa di quanti decidono di avventurarsi nel suo mondo.

Un buon modo per farsi avanti e incominciare a scoprirlo è quello di fare pratica con tutto ciò che esso comporta ed è ad esso correlato: le sue regole di navigazione, gli agenti atmosferici che possono influenzare la vostra rotta, le modalità attraverso cui utilizzare correttamente la strumentazione di bordo, la capacità di risolvere specifiche problematiche relative alla barca, le consuetudini che regolano la vita di mare, l'equipaggio, i marinai e via dicendo.

In questo senso, la costruzione di imbarcazioni si mostra come un hobby dinamico, che va a complementare sia le conoscenze in questo ambito sia l'esperienza di coloro che lo praticano e che pensano al mare come un luogo di pace ma pur sempre imprevedibile, una forza della natura mutevole e affascinante, capace di suscitare sensazioni di gioia, libertà e indipendenza e di aiutarci a scoprire un altro lato di noi stessi.